domenica 21 aprile 2013

Milano design week 2013

Eccomi qui a raccontare anche quest'anno il mio fuori e dentro salone. 
Questa volta devo dire che inaspettatamente mi è piaciuta di più la fiera, sarà che avevo uno spiccato interesse a vedere Euroluce, o forse il fuorisalone sta diventando un pochino più deludente di anno in anno...non so, ma mi sembra che ci sia di tutto un po e che le cose che veramente meritano di essere viste svaniscano in un mare di oggetti poco degni di nota.

A parte questo, piacevolissima la visita allo studio MDL di Michele De Lucchi, dove al pian terreno era ospitata anche un'esposizione di oggetti di  Produzione Privata, che spazio fantastico,  laboratorio e studio si fondono in un ambiente che dà l'idea di essere work in progress.. e poi, la gentilezza e la passione che trapelava dai racconti di chi ci ha accompagnato nella visita!

Ma la cosa che mi mi ha più stupita, e che ha un collegamento con Maison Vivì...è accaduta domenica scorsa...
Ci volevo andare da tanto per cui ho approfittato della permanenza a Milano per vedere finalmente lo studio museo Castiglioni!
A parte che vi consiglio di andarlo a visitare perchè è pazzesco stare lì dentro e sentire Giovanna che racconta in modo divertente e ironico un po della vita e del lavoro del suo papà,  vedere i prototipi di alcuni pezzi di design più famosi al mondo, come la lampada Arco, la Parentesi..lo sgabello Mezzadro...ahh bellissimo!
Comunque sia finita la visita guidata, sono rimasta un po lì a firmare il libro degli ospiti, a guardare le mille cose che ci sono un quelle stanze, e  Giovanna la figlia di Achille Castiglioni, mi passa vicina, vede uno dei miei anelli tratto-punto che indossavo in quel momento..e mi fa :" bello questo!...sì mi piace...!"


 
Al che oltre a sbarrare gli occhi dallo stupore per questo inaspettato 
e ovviamente super gradito complimento, 
mi si è stampato un mega sorriso in faccia che non va più via!











a seguito un alcune lampade...tra le mie preferite di Euroluce

ARTEMIDE 
Issey Miyake
 

 Carlotta  de Bevilacqua e Paola di Arianello


FLOS




DAVIDE GROPPI




FONTANA ARTE




FOSCARINI





INGO MAURER



VIBIA













6 commenti:

  1. grazie Vivì: quest'anno non sono riuscita a venire al Salone, e il tuo album su Euroluce capita a fagiolo!
    devo dire la verità... non sono un'amante del Salone, troppo caos, troppi prodotti, troppo generico...però visitarlo con un'amica blogger non dovrebbe essere poi tanto male... ci organizzaimo per l'anno prossimo? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Daria! certo che ci organizziamo l'anno prossimo!
      :))))

      Elimina
  2. Non mi lasciate a casa... vengo anch'io!!
    Lo studio Castiglioni... da quant'è che lo voglio andare a vedere... mi hai fatto venire ancora più voglia!!

    un bacio clod

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ovvio che vieni anche tu Caludia!
      per lo studio Castiglioni, vai assolutamente!

      Elimina
  3. Be' se mi fosse capitata una roba così, ci sarei rimasta stecchita, china sul libro delle firme! Il sorriso stampato è il minimo! E' bello e te lo meriti, progetti con il cervello e crei con il cuore.
    Sono due anni che siamo in cerca di punti luce per la casa e capirai bene che il tuo post ha fatto danni enormi... adesso li voglio tutti!!!!

    PS. passa da me che c'è una cosa per te.

    RispondiElimina
  4. Cara Elisa, credimi che la mia faccia era più che stupita, anche perché è stata una cosa improvvisa e inaspettata...:))
    e consolati...come dice il detto...che il calzolaio va in giro con le scarpe rotte..io a acosa ho ancora le lampadine penzolanti...
    ma ci sono quasi..e devo dire che il salone mi ha un po chiarito le idee...ovviamente se certe lampade non avessero prezzi inaccessibili avrei già deciso ;)

    RispondiElimina

«Lo scambio di idee e opinioni costruito nella fabbrica della vita concreta è di per sé consiglio.»

Walter Benjamin

Grazie per il tuo commento!